{[ promptMessage ]}

Bookmark it

{[ promptMessage ]}

Genetica - LA GENETICA DEI TUMORI(Cap 21 Pierce Popolazione...

Info icon This preview shows pages 1–8. Sign up to view the full content.

View Full Document Right Arrow Icon
LA GENETICA DEI TUMORI (Cap 21 Pierce)
Image of page 1

Info icon This preview has intentionally blurred sections. Sign up to view the full version.

View Full Document Right Arrow Icon
Popolazione USA 2009: 300 milioni. Tasso di morte annuale negli USA: 8 su 1000. 2 su 1000 muoiono di tumore
Image of page 2
Neoplasia (o tumore) Si definisce Neoplasia: “… una massa abnorme di tessuto la cui crescita supera quella dei tessuti normali e progredisce anche dopo la cessazione degli stimoli che l’hanno evocata” . L’elemento cruciale di tutte le neoplasie è la refrattarietà agli stimoli predisposti al controllo della crescita.
Image of page 3

Info icon This preview has intentionally blurred sections. Sign up to view the full version.

View Full Document Right Arrow Icon
Quando le normali cellule sono danneggiate, esse vengono eliminate mediante apoptosi. Le cellule cancerogene evitano l'apoptosi e continuano a riprodursi in maniera irregolare.
Image of page 4
La cellula neoplastica Trasformazione : salto da normale a maligno -passaggi intermedi non identificabili- Il fenotipo maligno può essere caratterizzato da: 1) Comportamento in coltura Immortalità : crescono in modo indefinito in netto contrasto con le cellule normali che possono replicarsi esclusivamente un numero finito e definito di volte (40-60, numero di Hayflick) e poi entrano nella fase di senescenza. Cellule HeLa (Henrietta Lacks morta nel 1951 di carcinoma cervicale) crescono ancora in coltura. Perdita della dipendenza dall’ancoraggio : le cellule normali crescono se ancorate ad una superficie; le cellule trasformate crescono bene anche in un mezzo semifluido come l’agar molle Perdita della inibizione da contatto : le cellule normali crescono fino a formare un monostrato compatto. Le cellule trasformate continuano a crescere le une sulle altre in maniera del tutto disordinata. Perdita dell’orientamento dipendente dal substrato : le cellule maligne che crescono su un substrato dotato di una trama hanno perso in parte almeno la capacità di allinearsi seguendo la trama. Diminuita necessità di fattori di crescita : generalmente se li producono da sole
Image of page 5

Info icon This preview has intentionally blurred sections. Sign up to view the full version.

View Full Document Right Arrow Icon
Comportamento in coltura Dr.ssa Elisabetta Rovida Università di Firenze I fibroblasti sono cellule tipiche e più numerose del tessuto connettivo, in grado di produrre le componenti della matrice extracellulare. I fibroblasti possono dare origine ad altre cellule come le cellule ossee, gli adipociti e cellule muscolari, tutte di origine mesodermica. Si trovano anche nel tessuto cicatriziale, possiede una modesta capacità migrante e possono intervenire nella cicatrizzazione.
Image of page 6