La_comprensione_delle_differenze_individuali

Alcuni hanno giudicato la scelta di ann

Info iconThis preview shows page 1. Sign up to view the full content.

View Full Document Right Arrow Icon
This is the end of the preview. Sign up to access the rest of the document.

Unformatted text preview: are in modo autonomo e, addirittura, a competere gli uni contro gli altri per i clienti. Alcuni hanno giudicato la scelta di Ann un’indesiderata intrusione nella propria sfera d’influenza, ma lei ha ritenuto che ciò fosse indispensabile per offrire ai clienti un servizio di qualità. Quando la Y&R riuscì a conqui- stare un cliente da 250 milioni di dollari quale la Microsoft, fu chiaro che la strategia aveva funzionato. In secondo luogo Ann si focalizza sul cliente. I suoi collaboratori diretti sono responsabili in toto di un cliente. In terzo luogo punta a semplificare le procedure e aumentare l’efficienza attraverso l’adozione di un rigoroso programma di controllo della qualità, mutuato dalla General Electric con qualche modifica. Lo scopo del programma è quello di spingere gli impiegati a ritagliare un po’ di tempo per stimolare la loro creatività. Ha creato competenze sulla qualità totale, approccio da adottare in ogni settore (dalla fornitura di materiale al processo per lo sviluppo di strategie creative). Infine Ann ha diffuso l’allegria. È una grande viaggiatrice e crede che il suo stile “emotivo e accessibile” sia ciò di cui i clienti e i dipendenti abbiano bisogno. Ci sono parecchi incontri in cui i dipendenti si riuniscono senza un’agenda precisa. Ann conosce i nomi e i volti delle persone di quasi tutti gli uffici Y&R, un atteggiamento molto diverso da quello dei precedenti direttori generali, che non riuscivano nemmeno a ricordare il nome dei loro dipendenti (adat. da Brady, 2004; Howard, 2003). 078-105_cap.3.qxd 30-12-2008 CAPITOLO 3 16:41 Pagina 80 COMPRENDERE LE DIFFERENZE INDIVIDUALI Una persona potrebbe chiedersi se lavorare o no per Ann. La risposta potrebbe variare a seconda della propria personalità, delle preferenze e degli obiettivi. Ci sono individui con una personalità dinamica che amano stare al centro dell’attenzione; ce ne sono altri che evitano i luoghi affollati e hanno un livello di energia inferiore. È giusto o sbagliato? Non esiste una risposta assoluta, dipende dal contesto e dal ruolo. Ogni volta che i manager cercano di capire le differenze individuali, devono anche analizzare la situazione in cui il comportamento si verifica. Un buon punto di partenza per sviluppare questa sensibilità è rendersi conto del ruolo che gioca il concetto di personalità in un’azienda. Come dipendente e futuro manager, il lettore di questo libro dovrà saper riconoscere e apprezzare le diversità individuali per capire il comportamento umano e saper interagire in modo adeguato con gli altri in un contesto organizzativo. Nella prima parte del testo, verranno affrontati i processi individuali all’interno dell’azienda. Ci si concentrerà innanzitutto sulla persona, per proporre concetti e teorie che consentono di sviluppare la comprensione del comportamento organizzativo. Le differenze individuali sono le caratteristiche personali che variano da una persona a un’altra e possono essere fisiche, psicologiche o emotive. Queste differenze caratterizzano ogni individuo e lo rendendo unico. In particolare, di seguito si affronteranno le differ...
View Full Document

This document was uploaded on 12/08/2013.

Ask a homework question - tutors are online