La_comprensione_delle_differenze_individuali

Perci sebbene si possa affermare che la cultura abbia

Info iconThis preview shows page 1. Sign up to view the full content.

View Full Document Right Arrow Icon
This is the end of the preview. Sign up to access the rest of the document.

Unformatted text preview: zione di macro modelli di comportamento simili; ciò non toglie, tuttavia, che anche all’interno di una società esistano differenze comportamentali – a volte estreme – a livello individuale. La maggior parte delle società non è infatti omogenea, anche se alcune presentano un’uniformità culturale maggiore di altre: i valori culturali, cioè, non influenzano tutte le persone con la stessa intensità. Perciò, sebbene si possa affermare che la cultura abbia indubbiamente un impatto sullo sviluppo della personalità dei membri di un’organizzazione, non si deve assolutamente ipotizzare che tutti gli individui rispondano alle influenze culturali allo stesso modo. Uno dei più gravi errori che i manager possono commettere è dare per scontato che i propri collaboratori siano uguali a loro stessi per quanto riguarda i valori sociali, la personalità o qualsiasi altra caratteristica individuale. FAMIGLIA Per una persona, la famiglia rappresenta il veicolo primario di socializzazione culturale. I genitori e i fratelli rivestono un ruolo importante nello sviluppo della personalità della maggior parte degli individui. In una famiglia estesa, anche i parenti meno stretti (quali nonni, zii e cugini) possono influenzare la formazione della personalità. In particolare, i genitori (o un solo genitore nel caso delle famiglie monoparentali): • attraverso il proprio comportamento, creano contesti che fanno emergere nei figli comportamenti specifici; • fungono da modello di ruolo nei quali i figli si identificano; • premiano e sanzionano specifici comportamenti in modo selettivo (scelgono selettivamente quali comportamenti sanzionare o premiare). GRUPPI DI APPARTENENZA Il primo gruppo di appartenenza per una persona è quasi sempre la famiglia. Nel corso della vita poi, le persone entrano in diversi gruppi, cominciando con il “gruppo dei compagni di gioco” durante l’infanzia e proseguendo nell’adolescenza con il “gruppo dei compagni di scuola”, con le squadre sportive e con i gruppi sociali; nell’età adulta, infine, stanno in gruppo sul posto di lavoro e sempre nei gruppi sociali. I numerosi ruoli e le esperienze che le persone vivono all’interno di un gruppo rappresentano un’altra fonte importante di differenze a livello di personalità. Per quanto i compagni di gioco e i gruppi di scuola che si sperimentano durante la prima fase della vita abbiano gli effetti maggiori sulla formazione della personalità, anche le esperienze sociali vissute in seguito continuano a influenzare e a modellare la personalità. In sintesi, per comprendere la personalità di un individuo occorre conoscere i gruppi ai quali appartiene o dei quali ha fatto parte in passato. LE ESPERIENZE DI VITA La vita di ogni persona è unica anche perché caratterizzata da specifici eventi ed esperienze che possono costituire importanti determinanti della sua personalità. Per esempio, lo sviluppo dell’autostima (una dimensione della personalità che verrà presentata più avanti)...
View Full Document

This document was uploaded on 12/08/2013.

Ask a homework question - tutors are online