La_comprensione_delle_differenze_individuali

Questo principio spiega almeno in parte perch la

Info iconThis preview shows page 1. Sign up to view the full content.

View Full Document Right Arrow Icon
This is the end of the preview. Sign up to access the rest of the document.

Unformatted text preview: team leader è la cosiddetta job satisfaction. Per job satisfaction si intende la misura in cui le persone si sentono realizzate nello svolgere il proprio lavoro, rispetto al quale sviluppano emozioni e comportamenti positivi. È dimostrato che un basso livello di job satisfaction può causare costosi turnover, assenteismo, ritardi e, addirittura, problemi di salute mentale. Vista la rilevanza della job satisfaction è necessario considerare i fattori che la determinano. Nella scheda 3.3 viene riportato uno strumento di misurazione del livello di job satisfaction individuale che è utilizzato nei contesti aziendali. Tale strumento ci aiuta a esplicitare i cinque aspetti di questo concetto, ovvero la soddisfazione rispetto a: 1. la retribuzione; 2. la sicurezza sul posto di lavoro; 3. i rapporti sociali; 4. la supervisione; 5. la crescita personale. Ovviamente, si può essere soddisfatti di alcuni aspetti del proprio lavoro e insoddisfatti di altri. Di particolare interesse sono le possibili relazioni tra la job satisfaction e i comportamenti e i risultati organizzativi. Il buon senso sembrerebbe suggerire che job satisfaction e prestazione efficace siano direttamente correlate (ovvero un lavoratore soddisfatto è un buon lavoratore). Eppure, numerosi studi hanno dimostrato che spesso non esiste una relazione diretta e lineare tra job satisfaction e specifiche performance lavorative. Il motivo per cui ciò accade è da far risalire al principio secondo cui atteggiamenti di carattere complessivo permettono di prevedere 92 C AP 078-105_cap.3.qxd 30-12-2008 CAPITOLO 3 16:41 Pagina 93 COMPRENDERE LE DIFFERENZE INDIVIDUALI macrocomportamenti; atteggiamenti specifici sono maggiormente legati a comportamenti specifici. Questo principio spiega (almeno in parte) perché la relazione ipotizzata non esiste. Il concetto di job satisfaction racchiude numerosi atteggiamenti verso diversi aspetti del lavoro e rappresenta quindi un atteggiamento complessivo; una prestazione specifica (per esempio la stesura di un report mensile, il livello di partecipazione in una riunione, la qualità del contributo a un gruppo di progetto) non si può predire sulla base di un atteggiamento complessivo. Gli studi hanno anche dimostrato che, a livello aggregato, la job satisfaction è positivamente correlata alla performance dell’intera azienda; in altre parole, a livello complessivo, un’azienda con dipendenti soddisfatti tende a essere più efficace di organizzazioni con dipendenti insoddisfatti. Inoltre, è riconosciuta e misurata l’importante relazione tra la customer satisfaction e la soddisfazione di quei dipendenti che interagiscono con i clienti. Al contrario, alti livelli di assenteismo e di turnover costano cari all’azienda: secondo John Semyan, un executive della TNS Partners Inc, di solito assumere un sostituto costa a un’azienda il 20% dello stipendio di una persona. Perciò, quando Deloitte & Touche, una delle cinque maggiori società di revisione, perde un contabile stipendiato 50.000 dollari l’anno, deve spendere 10.000 dollari per assumerne una persona con le stesse competenze. SCHEDA 3.3 Misurazione della job satisfaction Pensa al tuo lavoro attuale o a un lavoro che hai avuto in passato. O, se ancora non lavori, al tuo ruolo di studente. Indica la misura in cui ti senti soddisfatto...
View Full Document

This document was uploaded on 12/08/2013.

Ask a homework question - tutors are online