Dopo lesione lavaggi e sbrigliamento della ferita

Info iconThis preview shows page 1. Sign up to view the full content.

View Full Document Right Arrow Icon
This is the end of the preview. Sign up to access the rest of the document.

Unformatted text preview: edema, tensione cute Si esegue 2-5 gg. dopo lesione lavaggi e sbrigliamento della ferita Ferita contaminata o sporca Si esegue minimo 6 gg dopo rimozione margini cutanei epitelizzati indi sutura Tessuti non idonei GUARIGIONE PER grandi difetti di tessuto SECONDA INTENZIONE con estesa devitalizzazione tessuti Guarigione con tessuto di granulazione, contrazione della ferita, epitelizzazione TRATTAMENTO FERITE CUTANEE • Pulizia di una ferita: • • • • Coprire la ferita con una garza sterile o una spugna non aderente, Tricotomizzare un’ampia area circostante la ferita Detersione della ferita con ringer lattato, soluzione fisiologica, acqua . NO ACQUA OSSIGENATA!!!! iodio-povidone/cloexidina solo se molto diluiti! Sbrigliamento della ferita (debridment): Rimozione del tessuto necrotico dalla ferita al fine di permettere al tessuto sano di rigenerarsi. necrosi stop guarigione – infezioni - > infiammazione - necrosi secca: di colore scuro, ben demarcata e adesa ai tessuti circostanti -necrosi gialla: detta slough, di consistenza flaccida ed è accompagnata da accumuli di fibrina Debridment chirurgico : Questa modalità deve essere considerata come un intervento chirurgico a tutti gli effetti, per cui deve essere effettuata in situazioni protette devono essere valutati con attenzione i rischi a cui può essere sottoposto il paziente. Sbrigliamento autolitico: l'autodigestione del tessuto necrotico attraverso l'utilizzo di enzimi proteolitici che sono già presenti nel liquido di ferita.autolisi Idrogel: polisaccaridi poliglucosidici ad alta saturazione d'acqua. Utilizzati in occlusione o semiocclusione con medicazioni secondarie quali film, schiume poliuretaniche o idrocolloidi. Tempi d'azione piuttosto lunghi. 1- Nella fase di assorbimento dell’essudato viene rilasciato idrocolloide e si forma un gel che lega essudato e tessuto necrotizzato. 2- Antibatterico e resistente ai liquidi. 3- Il vapore acqueo in eccesso evapora. La matrice idrocolloidale interag...
View Full Document

Ask a homework question - tutors are online