Oscenze anche a causa del declino che la loro matematica aveva conosciuto.docx

This preview shows page 1 out of 1 page.

oscenze anche a causa del declino che la loro matematica aveva conosciuto. L’opera per la quale risulta peraltro più celebrato il nome del Ricci è certamente la traduzione parziale (Libri I-VI) dell’Euclide (“Ki-ho Yuanpen” o “Jihe yuanden” = lett. Introduzione alla scienza della quantità) di C.Clavio (in cinese Ting hsien-sêng, nome che fece arrovellare non poco i posteri per la sua identificazione): Euclidis Elementorum libri XV (Roma, L.Zanetti, 1603). Nei suoi commenti all’opera euclidea il Clavio riprende o suscita ex novo diversi problemi di “critica dei princìpi” della matematica51: teoria e metodi della dimostrazione, problema del V Postulato euclideo, angolo di contatto, teoria delle proporzioni (che in questa edizione del 1603 vede occupare ben 135 pagine col commento alle definizioni iniziali del Libro V). E tutti questi temi compaiono nella parte del testo euclideo letta, commentata e tradotta da M.Ricci e Paolo Siü Coamcchi o Siu Cuanci o Hsü Kuang-ch’i (1562-1633) e pubblicata52 nel 1607 a Pechino. M.

  • Left Quote Icon

    Student Picture

  • Left Quote Icon

    Student Picture

  • Left Quote Icon

    Student Picture