Questo nuovo schema di indirizzamento consente una migliore gestione degli

Questo nuovo schema di indirizzamento consente una

This preview shows page 6 - 8 out of 14 pages.

Questo nuovo schema di indirizzamento consente una migliore gestione degli indirizzi di rete (evitando sprechi), che diventano sempre più scarsi con il crescere di Internet ed, inoltre, migliora le prestazioni dell'instradamento IP , grazie ad una più efficiente organizzazione delle tabelle di routing . Permette, in un indirizzo IP, di definire quale parte indichi la sotto rete e quale gli host, in maniera "continua" ovvero senza la suddivisione a blocchi del tipo classfull . La notazione usata per esprimere indirizzi CIDR è la seguente: a.b.c.d/x, dove x è il numero di bit (contati partendo dal più significativo a sinistra) che compongono la parte di indirizzo della rete . I rimanenti y=(32-x) bit consentono di calcolare il numero di host della sottorete pari a 2^y-2. Il (-2) è dovuto al fatto che il primo e l'ultimo indirizzo di ogni rete non sono
Image of page 6
assegnabili ad alcun host, in quanto riservati rispettivamente come indirizzo della rete in generale (usato ad esempio nelle tabelle dei router) e come indirizzo di broadcast. Mediante la supernetting, dunque, abbiamo un utilizzo più efficiente dello spazio degli indirizzi IP, un accorpamento delle funzioni di routing (più reti contigue sono rappresentate da un’unica riga nella tabella di routing) con un miglioramento di un aspetto critico che era rappresentato dalla crescita esponenziale delle tabelle di routing. 6. Quali sono i campi di un IP routing table e come sono usati per indirizzare un pacchetto verso una certa destinazione (fai un esemmpio): Per creare una routing table è necessario seguire i seguenti step: determinare la lista delle possibili reti IP nella topologia; determinare la tipologia di rete (C=direttamente connessa, S=rete remota); per ogni rete determinare il next-hop (nel caso di rete remota) o l’interfaccia del roter (nel caso di rete direttamente connessa) per poter raggiungere la rete di destinazione. I campi della tabella di routing sono: Destination network, Netmask, Gateway, Interface, Metric. Consideriamo ‘hop’ i router che un pacchetto incontra nel suo path verso la destinazione. Ogni volta che un pacchetto raggiunge un router, il numero di hop attraversati incrementa di uno. Il next-hop è la prossima destinazione di una pacchetto ed è un indirizzo IP (un’entrata in una routing table appartenente ad un router) che indica il prossimo più vicino/ottimale router nella routing path del pacchetto. Ogni router mantiene una routing table con un indirizzo di next-hop per ogni possibile rete di destinazione. Quando un pacchetto raggiunge un router, il router esamina la propria routing table per trovare il path migliore verso la destinazione che il pacchetto deve raggiungere. A questo punto, il router inoltra il pacchetto verso l’interfaccia specificatya dalla routing table (best metric). Quando un pacchetto arriva ad un router direttamente connesso con la rete di destinazione, la sua routing table specifica che la destinazione è direttamente connessa e il router modifica il pacchetto settando la destinazione al MAC address dell’host di destinazione e consegna il pacchetto all’host.
Image of page 7
Image of page 8

You've reached the end of your free preview.

Want to read all 14 pages?

  • Winter '16
  • paolo bottoni
  • Secure Shell, indirizzo IP, Sottorete, Protocollo di routing, Dominio di primo livello

  • Left Quote Icon

    Student Picture

  • Left Quote Icon

    Student Picture

  • Left Quote Icon

    Student Picture

Stuck? We have tutors online 24/7 who can help you get unstuck.
A+ icon
Ask Expert Tutors You can ask You can ask You can ask (will expire )
Answers in as fast as 15 minutes